ATB Mobilità S.p.A.
Pubblica amministrazione

Implementazione, compresa fornitura, messa in servizio e manutenzione, di un sistema di lettura targhe per fini di polizia, statistici e ambientali e di n. 10 pannelli a messaggio variabile

Ente: ATB Mobilità S.p.A.
Oggetto: Implementazione, compresa fornitura, messa in servizio e manutenzione, di un sistema di lettura targhe per fini di polizia, statistici e ambientali e di n. 10 pannelli a messaggio variabile
Tipo di fornitura:
  • Beni
Tipologia di gara: Procedura Aperta
Criterio di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa
Modalità di espletamento della gara: Telematica
Importo complessivo a base d'asta: € 638.500,00
Importo, al netto di oneri di sicurezza da interferenze e iva, soggetto a ribasso: € 631.500,00
Oneri Sicurezza (Iva esclusa): € 7.000,00
CIG: 8190468C00
CUP: I17H18002610001
Stato: In svolgimento
Centro di costo: Area Amministrazione Finanza e controllo
Data pubblicazione: 12 febbraio 2020 12:00:00
Termine ultimo per la presentazione di quesiti: 26 giugno 2020 12:00:00
Data scadenza: 06 luglio 2020 12:00:00
Documentazione gara:
Documentazione amministrativa richiesta:
  • DGUE
  • Domanda di partecipazione
  • Documento di Identità
  • Contributo ANAC
  • Cauzione - Fidejussione
  • Pass OE

Si comunica la data di aperutra delle buste 10 luglio 2020 ore 10.00

Pubblicazioni ai sensi dell'art. 29 D.lgs. 50/2016

Nome Data pubblicazione Categoria
Dott. Giuseppe Ventre 16/07/2020 09:15 Curriculum commissari
Ing. Luca Lombardi 16/07/2020 09:16 Curriculum commissari
Sig.ra Carla Dossi 16/07/2020 09:17 Curriculum commissari
1^SEDUTA_VERBALE_RUP_10_07 10/12/2020 15:28 Verbali
2^SEDUTA_VERBALE_RUP_8_09 10/12/2020 15:29 Verbali
3^SEDUTAVERBALE_RUP_28_09 10/12/2020 15:31 Verbali
VERBALI_COMMISSIONE_GIUDICATRICE 10/12/2020 15:32 Verbali
VERBALE_RUP__ANALISI_OFFERTA_ECONOMICA.pdf 10/12/2020 15:33 Verbali

Risposte alle domande più frequenti (FAQs)

FAQ n. 1

Domanda:

Si chiede di specificare meglio la possibilità di partecipare in raggruppamento verticale e/ o orizzontale e la relativa dimostrazione dei requisiti di capacità economica e finanziaria. Non è chiaro cosa si intende con la frase "Non saranno ammessi requisiti raggiunti in forma aggregata (es. Mandataria in possesso dell’80% del requisito a e Mandante in possesso del 20% del requisito)."

Risposta:

In caso di raggruppamenti verticali e/o orizzontali il requisito dovrà essere interamente posseduto da almeno un partecipante (sia esso il mandatario o uno dei mandanti) e non in forma cumulata sommando i contributi di più partecipanti (es. Mandataria in possesso dell’80% del requisito a e Mandante in possesso del 20% del requisito).

FAQ n. 2

Domanda:

Con riferimento al requisito richiesto al punto 7.3 lett. c) per l’AMBITO 1 e lett. b) per l’AMBITO 2 del disciplinare di gara si chiede di precisare se il contratto di durata biennale può aver inizio nel triennio indicato, ma terminare fuori da detto triennio.

Risposta:

I contratti richiesti nel disciplianarre al punto 7.3 lett. c) per l' AMBITO 1 e lett. b) per l'AMBITO 2 sono considerati validi ai fini delle presente procedura di appalto se iniziati nel triennio indicato e terminati fuori da detto triennio.

FAQ n. 3

Domanda:

Si richiedono gentilmente le modalità di esecuzione del sopralluogo indicato in Allegato_A cap. 2.2, pag.6 /51.

Risposta:

Il sopralluogo indicato al punto 2.2 del capitolato non è da pianificare con la stazione appaltante ma da effettuare in autonomia dall’operatore economico al fine di poter verificare puntualmente le caratteristiche delle postazioni che ospiteranno i Pannelli a Messaggio Variabile che dovranno essere descritti nella proposta tecnica.

FAQ n. 4

Domanda:

In riferimento ai requisiti di capacità economica e finanziaria si chiede se con la dicitura indicata all'articolo 7.2 del Disciplinare di Gara "Ciascun requisito di capacità economica e finanziaria dovrà essere interamente posseduto dalla società mandataria o, in caso di partecipazione in forma associata, da una o più società mandanti. Non saranno ammessi requisiti raggiunti in forma aggregata (es. Mandataria in possesso dell’80% del requisito a e Mandante in possesso del 20% del requisito)" si intende che la Società mandante sia in possesso sia del requisito "AMBITO 1" lettera a) e sia del requisito "AMBITO 2" lettera b).

Risposta:

In caso di raggruppamenti verticali e/o orizzontali il requisito dovrà essere interamente posseduto da almeno un partecipante (sia esso il mandatario o uno dei mandanti) e non in forma cumulata sommando i contributi di più partecipanti (es. Mandataria in possesso dell’80% del requisito a e Mandante in possesso del 20% del requisito). Il requisito è da riferirsi, anche in maniera disgiunta, a ciascuno dei due ambiti.

FAQ n. 5

Domanda:

Con riferimento al requisito richiesto al punto 7.3 lett. b-c) per l’AMBITO 1 e lett. a-b) per l’AMBITO 2 del disciplinare di gara chiediamo di valutare il triennio stabilito dalla Stazione Appaltante (2016-2017-2018) al relativo requisito di capacità tecnico professionale minimo richiesto per la partecipazione. Infatti, anche della giurisprudenza formatasi e consolidatasi in costanza del vecchio art. 42 del D.Lgs. 163/2006 aveva chiarito che il triennio da considerarsi per la verifica della sussistenza del requisito minimo stabilito dalla legge di gara ai fini della verifica della capacità tecnica fosse quello effettivamente precedente la data di pubblicazione del bando e non già lo stesso periodo solare/esercizio finanziario dal 1° gennaio, invece rilevante per il diverso requisito della capacità economico-finanziaria. Il nuovo cd. Codice dei contratti (d.lgs n. 50/2016) mantiene invariata la tradizionale distinzione tra il “fatturato […] al massimo per gli ultimi tre esercizi disponibili” (ovvero: esercizi finanziari) per la valutazione della capacità economico-finanziaria dell’operatore economico offerente (All. XVII, parte I, lett. c), del d.lgs n. 50 cit.) e le “principali forniture […] negli ultimi tre anni” precedenti la pubblicazione del bando per l’apprezzamento della capacità tecnico-professionale dello stesso (All. XVII, parte II, lett. a), punto ii), del d.lgs n. 50 cit.); motivo per cui, le precedenti acquisizioni giurisprudenziali possono essere estese alle nuove disposizioni. In definitiva, chiediamo pertanto di confermare che per verificare il possesso dei requisiti speciali di partecipazione a una gara d’appalto si considera per la “capacità tecnico-professionale” il triennio antecedente la data di pubblicazione del bando (e non degli esercizi 2016-2017-2018), mentre per la “capacità economico-finanziaria” i tre anni solari, coincidenti con gli esercizi contabili dell’impresa, i cui bilanci risultano approvati e depositati.

Risposta:

Premesso che si conferma quanto indicato nella documentazione di gara, si rimanda alla faq. 2

FAQ n. 6

Domanda:

Con riferimento al requisito richiesto al punto 7.3 lett. a) per l'AMBITO 2 del disciplinare di gara, si richiede se la singola fornitura (almeno una) richiesta per PMV su portali a bandiera su un numero complessivo di sezioni stradali non inferiore a 3 (tre) può fare riferimento ad un contratto del 2019.

Risposta:

Si rimanda a quanto pubblicato nella FAQ 5

FAQ n. 7

Domanda:

Si elencano i seguenti quesiti:

1) Computo metrico per PMV: La documentazione di gara riporta uno specifico allegato (Allegato n° 5 al capitolato tecnico) relativo al computo metrico sistema di lettura targhe (ambito 1); Lo stesso non è presente per quanto concerne i pannelli a messaggio variabile. Si richiedono maggiori informazioni a riguardo con dettaglio del computo metrico per l’ambito 2 della procedura aperta.

2) Alimentazione elettrica apparecchiature: Nel paragrafo 5.1 “Specifiche tecniche” del capitolato tecnico è riportato che “gli apparati dovranno essere alimentati in bassa tensione”. In conseguenza a questo si richiede conferma che questa tipologia d’alimentazione (bassa tensione) sia applicabile al solo scopo di fornitura associato all’ambito 1 (e che, quindi, per i pannelli a messaggio variabile, previsti per l’ambito 2, sarà prevista alimentazione a 230V).

3) Licenze software per i varchi: Il modulo per l’offerta economica prevede, in esplicito riferimento all’ambito n° 2, l’indicazione di quantità e prezzo unitario relativo a licenze software (lettera B e D). Si richiede chiarimento, e soprattutto differenze, fra quanto richiesto con la voce “Fornitura software di gestione (comprese licenze illimitate)” e “licenze software per i varchi”.

4) Manutenzione Evolutiva: Premesso che: •Il capitolo 8.3 del capitolato tecnico descrive quanto previsto per l’attività di manutenzione evolutiva (a titolo d’esempio, “tutte le attività relative alla realizzazione di nuove funzioni, o l’evoluzione di funzione preesistenti” – “tutte le attività relative alla realizzazione d’integrazioni con altri applicativi comunali”), •all’interno della documentazione di gara non vi è traccia di quali siano gli altri applicativi comunali, citati come voce in esempio nello specifico paragrafo, ne’ quali siano le nuove funzioni ipotizzate o l’evoluzione di funzioni preesistenti, Si richiede conferma che la manutenzione evolutiva sia solamente riferita alle attività di debug (a seguito di segnalazione della stazione appaltante o a seguito d’iniziativa autonoma dell’offerente), d’aggiornamento e migliorie nell’interfaccia grafica e gestionale (a seguito d’iniziativa dell’offerente), relative a quanto offerto in fase di gara.

5) Hardware e software di gestione: Con riferimento al capitolo 4.1 del capitolato tecnico, si chiede di specificare se la stazione appaltante è disposta ad accettare software interamente in cloud senza l’utilizzo di software fisico installato sulle postazioni server e client previste in fornitura.

6) Voce economica per fornitura e implementazione postazioni operatori “client” (hardware, software etcc): Con riferimento al punto “B”, dell’ambito 2, riportato sul facsimile dell’offerta economica, si richiede conferma che la voce riportata sia solamente riferita all’importo per la fornitura di n° 1 postazione server (hardware) e n° 1 postazione client (hardware), così come riportato nel paragrafo 4.1 del capitolato tecnico. A riguardo, laddove prevista la fornitura di software, si richiedono differenze rispetto a quanto elencato (punti B e D) dello stesso documento.

Risposta:

1) La stima dell’importo posto a base di gara per i PMV è stata effettuata sulla base di una preventiva valutazione di mercato riferita ad apparati con le caratteristiche di massima descritte nel capitolato tecnico. Gli operatori economici proponenti dovranno puntualmente indicare le caratteristiche dei dispositivi offerti oggetto di specifica valutazione (cfr. par. 10.1 del Disciplinare di gara).

2) Indipendentemente dalla tensione di alimentazione degli apparati installati, al fine di evitare ogni rischio di elettrocuzione, le apparecchiature, i manufatti di fissaggio, i portali di sostegno ed ogni altra parte potenzialmente esposta, dovrà essere opportunamente protetta da sovratensioni per tutti i collegamenti con l’esterno: dovranno quindi essere presenti dispositivi di protezione sulle linee di alimentazione elettrica e linea di comunicazione in assoluta conformità con quanto prescritto dalle normative vigenti.

3) Premesso che il modulo per l’offerta economica non dovrà essere in alcun modo modificato o integrato nei contenuti testuali rispetto al “FAC SIMILE DA RIPRODURRE” inserito nel portale della stazione appaltante, si specifica che quanto sarà indicato in termini economici dai proponenti in fase di offerta alle lettere B - Fornitura software di Gestione (comprese licenze illimitate) e D – Licenze software per i varchi dovrà essere riferito a quanto rispettivamente indicato in termini qualitativi e quantitativi nell’offerta tecnica.

Si specifica inoltre che la lettera B si riferisce all’applicativo gestionale di centro e la lettera D alla componente software installata a bordo degli apparati che saranno previsti per ogni varco.

4) Si conferma quanto contenuto nel capitolato di gara.

5) In sede di offerta, il software “fisico” dovrà comunque essere installato sulle postazioni server e client in fornitura. Fermo restando quanto sopra, eventuali ulteriori possibilità di gestione in cloud saranno valutate dalla commissione di gara.

6) Si rimanda alla risposta 3)

 

FAQ n. 8

Domanda:

In ragione delle criticità contingenti dovute alle emergenze sanitarie che non permettono alle Aziende di affrontare il progetto al massimo delle forze, si chiede di prorogare di almeno 15 giorni le date di consegna dell’Offerta e di richiesta chiarimenti.

Risposta:

Non si prorogano i termini di gara.

FAQ n. 9

Domanda:

1) Nel capitolato tecnico a pag 6. Si legge: Il sistema descritto, che dovrà consentire anche il dialogo con l’SDI del sistema informatico interforze e con il SIVES del Ministero dei Trasporti, dovrà essere realizzato in perfetta aderenza a quanto previsto dalle: · direttive impartite dal Ministero dell’interno diffuse con circolare nr. 588/SICPART/421.2/70 del 2 marzo 2012 – cfr. Allegato al presente Capitolato · specifiche tecniche individuate nelle Linee di indirizzo formulate dal Ministero dell’Interno (Prot. 3412 febbraio 2017) – cfr. Allegato al presente Capitolato. Si richiede di specificare se la connessione verso SDI indicata nel capitolato tecnico è una integrazione diretta o se ci riferisce alla verifica della lista A1 tramite connessione SCNTT.

2) A pag 17 del capitolato tecnico si legge: “Per fornire elementi di valutazione integrativi nello svolgimento delle verifiche e delle indagini da parte delle Forze di Polizia, in generale, il software dovrà consentire l’integrazione con altri sistemi in grado di effettuare monitoraggi sui transiti veicolari basati sul riconoscimento della targa” Si richiede di specificare quali sono i sistemi esterni per i quali la soluzione software deve risultare già integrata al momento del rilascio del sistema oltre a quelle indicati a pag.6 (SIVES, SCNTT)

Risposta:

1) La connessione verso SDI dovrà avvenire in perfetta aderenza con le direttive e le specifiche indicate nel capitolato negli allegati 2 e 3.

2) Oltre a SIVES e SCNTT, i sistemi esterni con i quali la soluzione software dovrà integrarsi al momento del rilascio del sistema saranno indicati dalla Polizia Locale di Bergamo nel corso della produzione del progetto esecutivo da parte dell’Aggiudicatario. In ogni caso dovrà certamente integrarsi con il sistema Sirio (Kapsch Trafficcom) preposto al controllo dei varchi elettronici ZTL (di fornitura Kapsch Trafficcom e Project Automation) della città di Bergamo.

FAQ n. 10

Domanda:

Con riferimento  al sistema telematico di compilazione dell’offerta tecnica è stato predisposto il caricamento Offerta tecnica Ambito 1 e Offerta tecnica Ambito 2. Si chiede di indicare dove, sul sistema telematico, bisogna caricare il capitolo “C. Manutenzione, tempi e garanzie”.

Risposta:

All’interno dell’ Offerta tecnica Ambito 1 e dell’Offerta tecnica Ambito 2 dovrà essere prevista una sezione dedicata alla “Manutenzione, tempi e garanzie”.

Fermo tutto il resto.

FAQ n. 11

Domanda:

In ragione delle criticità contingenti dovute alle emergenze sanitarie che non permettono alle Aziende di affrontare il progetto al massimo delle forze, si chiede di prorogare di almeno 15 giorni le date di consegna dell’Offerta e di richiesta chiarimenti.

Risposta:

Non si prorogano i termini

FAQ n. 12

Domanda:

Si richiede proroga a causa COVID-19

Risposta:

A seguito delle recenti misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19, con la presente si comunica la proroga dei seguenti termini:

Termine per il ricevimento delle offerte: 30 aprile 2020 ore 12.00

Termine per la richiesta di informazioni complementari: 10 aprile 2020 ore 12.00.

Apertura telematica delle buste: 4 maggio 2020 ore 10.00

Fermo tutto il resto.

FAQ n. 13

Domanda:

In riferimento al requisito di capacità tecnica e professionale di cui all'art. 7.3 del Disciplinare di gara - AMBITO 2 lettera a) - si richiede se risulti accettabile che la fornitura nel triennio 2016-17-18 di PMV su un numero complessivo di sezioni stradali non inferiore a 3 (tre) possa aver riguardato PMV su portali cosiddetti "a farfalla".

Risposta:

I requisiti di cui all’art. 7.3 del disciplinare di gara – AMBITO 2 lettera a) devono riferirsi a PMV installati su portali stradali (conformità alle prescrizioni del Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada, DPR495/92, e s.m.i) e con caratteristiche tecniche riconducibili a quelle indicate al par. 4 del Capitolato tecnico.

Premesso quanto sopra, ai fini del rispetto dei requisiti di capacità tecnica e professionale, sono ammesse installazioni anche su portali cosiddetti “a farfalla”.

FAQ n. 14

Domanda:

Con riferimento al caricamento sul portale telematico della documentazione ammistrativa, si richiede dove poter inserire eventuali documenti (es. avvalimento) che non rientrano nelle categorie proposte dal portale stesso (DGUE, Domanda di Partecipazione, Documento di Identità, Contributo ANAC, Cauzione e PassOE).

Risposta:

Con riferimento al caricamento sul portale telematico della documentazione amministrativa eventuali ulteriori documenti (es. Avvalimento) dovranno essere allegati alla domanda di partecipazione.

FAQ n. 15

Domanda:

Di seguito i seguenti chiarimenti:

1. Nel disciplinare a pag. 16 e 17 sono indicate le modalità di redazione dell’offerta tecnica. Al punto C “manutenzione, tempi e garanzia” non è indicato il numero di cartelle A4 massimo. Si chiede di indicare il numero di cartelle massimo come per i punti A “ambito 1 – sistema controllo targhe” e B “ambito 2 – pannelli a messaggio variabile”.

Inoltre si chiede di confermare che i n. 5 elaborati grafici siano esclusi dal conteggio delle 40 cartelle A4. 2.

2. Sul sistema telematico di compilazione dell’offerta tecnica è stato predisposto il caricamento Offerta tecnica Ambito 1 e Offerta tecnica Ambito 2.

Si chiede di indicare dove, sul sistema telematico, bisogna caricare il capitolo “C. Manutenzione, tempi e garanzie”.

3. Nell’allegato A – Capitolato Tecnico a pag. 9 si chiede di confermare che ogni corsia di transito dovrà essere dotata di una telecamera di lettura targhe ad essa dedicata e che, in caso di esistenza sul mercato di telecamere in grado di rilevare due corsie con un solo apparato, queste, se offerte, potranno comunque individuare una sola corsia di marcia.

4. Si chiede di indicare marca e modello delle n. 63 telecamere esistenti

5. Nel Capitolato Speciale di Appalto si parla di un server fisico con virtualizzazione VMware, si chiede se è possibile utilizzare un differente prodotto ma con caratteristiche equivalenti;

6. Nel Capitolato Speciale di Appalto si parla di un server fisico per l’applicazione backup, si chiede se è possibile utilizzare una VM per effettuare il Backup ed usare il server fisico di back (che verrà sempre fornito) come secondo host di virtualizzazione

7. Si chiede di confermare che la tabella a pag. 21 par. 3.6.2.1 è da intendersi una tabella riassuntiva delle caratteristiche di server di virtualizzazione, server di back-up e Nas nel suo complesso.

8. Si chiede di chiarire cosa significano i valori nella colonna “specifica” della tabella a pag. 21 par. 3.6.2.1 e che tipo di CPU è richiesta.

9. Si chiede di chiarire se la ”configurazione raid” e i “n. 4 dischi SSD” presenti nella tabella a pag. 21 par. 3.6.2.1 sono riferiti al server di virtualizzazione o al server di back up o al Nas.

10. Si chiede di indicare il numero di transiti giornalieri per le n. 50 + 13 telecamere

11. Premesso che:

  • al par. 3.6.5.1.1 è descritta la telecamera di lettura targhe che ha al suo interno una telecamera di contesto con risoluzione ridottissima non ritenuta idonea da SCNTT
  • al par. 3.6.5.1.2 è descritta una telecamera di contesto
  • le due telecamere sono due oggetti fisici separati, come si evince anche dal computo metrico e dal relativo modulo di offerta economica” voce B e C Ambito n. 1”.

Qualora un concorrente proponga, in luogo di due telecamere separate, una soluzione in cui la telecamera di lettura targhe e la telecamera di contesto (entrambe con idonee risoluzioni per il sistema SCNTT) siano presenti e integrate all’interno di un unico apparto, si chiede se nella tabella di dettaglio dell’offerta economica al punto C la quantità indicata possa essere “0” in quanto la telecamera di contesto non è separata fisicamente dalla telecamera di lettura targhe.

12. Si chiede di indicare la risoluzione delle immagini inviate a SCNTT dalle 50 + 13 telecamere esistenti e si chiede di indicare la dimensione in termini di kbyte di ogni transito rilevato dalle 50+13 telecamere esistenti al fine del corretto dimensionamento dell’hardware da fornire.

13. Per l’infrastruttura server da fornire e installare presso la Questura, il capitolato richiede:

  • Adeguati livelli di ridondanza in caso di Disaster Recovery (capitolo 3.6.2 pag. 20)
  • Alta affidabilità del sistema gestendo il failover (capitolo 3.6.2.1 pag. 21)

Si chiede di confermare che tali requisiti di ridondanza e alta affidabilità siano ritenuti soddisfatti mediante la fornitura di n. 1 server fisico con virtualizzazione VMware e n. 1 server fisico per l’applicazione di backup, come richiesto al capitolo 3.6.2.1 pag. 21.

14 Al capitolo 3.6.2.1 pag. 21 il capitolato richiede che il server da installare presso la Questura avrà una connessione ridondata allo storage e gli switch saranno a loro volta ridondati. Si chiede di indicare se gli switch sono da fornire e, in caso affermativo se debbono essere forniti sia per la Questura che per la Polizia Locale o se debbono essere ridondati solo per l’installazione in Questura.

15. In riferimento al capitolato di gara Capitolo 3.6.2.1 si legge, “Il server avrà una connessione ridondata allo storage e gli switch saranno a loro volta ridondati”. Poiché nell’allegato 5- COMPUTO METRICO SISTEMA LETTURA TARGHE non vi sono riportate le quantità degli switch e nel capitolato tecnico non sono dichiarati i requisiti. Si richiede se anche gli switch rientrano nella fornitura.

16. In riferimento al capitolato di gara Capitolo 3.6.2.1 si legge, I server fisici verranno dimensionati con un approccio scalabile tenendo conto dei seguenti requisiti: - N. 1 Server fisico con virtualizzazione Vmware e N. 1 Server fisico per l’applicazione backup.

Il server e lo storage costituiranno l’architettura di base per una soluzione di virtualizzazione che garantirà l’alta affidabilità del sistema, gestendo il failover. Nell’allegato 5-Computo Metrico, si evincono invece: 1 Server + 1 NAS per la Questura di Bergamo 1 Server per la Polizia Locale.

Si richiede di specificare se per server fisico per l’applicazione backup, il capitolato si riferisce al dispositivo NAS di Backup oppure viene richiesta la fornitura di un secondo server di backup in grado di garantire la Business Continuity in caso di fault, non riportato nell’allegato 5.

17 Si richiede di chiarire se il concetto di Virtualizzazione è da considerarsi anche per il Server della Polizia Locale. Anche in questo caso si richiede di indicare a quale voce dell’allegato 5 si fa riferimento.

Risposta:

Di seguito le risposte:

1. MAX 20 Cartelle A4 - carattere 12 - interlinea singola e 5 elaborati grafici

2. Prendere visione FAQ 10, già pubblicata.

3. Il sistema fornito dovrà garantire il rilievo di tutte le corsie che compongono le carreggiate di ciascuna delle direzioni di marcia presenti nelle sezioni indicate al par. “3.3.2 COMUNE DI BERGAMO (VARCHI DA ATTIVARE)”.

Premesso quanto sopra, in relazione alle tecnologie disponibili sul mercato possono essere accettate anche telecamere in grado di rilevare più corsie contemporaneamente, non è pertanto necessariamente obbligatorio che sia previsto un apparato per ogni corsia.

Resta inteso che in sede di collaudo le telecamere proposte dovranno obbligatoriamente garantire le performance attese e descritte nella documentazione di gara del presente appalto.

4 Di seguito elenco telecamere:

  • Telecamera per videosorveglianza: Marca EUKLIS        Modello KLIS IPCAM-4K-IR
  • Telecamere di contesto:                           Marca DAHUA        Modello IPC-HFW2100RP-VF
  • Telecamere lettura targhe:       Marca SELEA         Modello E-T750V
  • Telecamere lettura targhe:                       Marca SELEA         Modello E-T704TKM

Si precisa che marca e modello sopra indicati fanno riferimento alla cinquantina di presidi di pertinenza dell’impianto della Comunità Montana Valle Seriana.

5. È possibile utilizzare un prodotto alternativo che garantisca caratteristiche uguali o superiori a quelle previste a capitolato, in termini di prestazioni, affidabilità ed oneri di gestione).

6. È possibile proporre soluzioni alternative purché la proposta sia motivata e sia in grado di garantire caratteristiche uguali o superiori a quelle previste a capitolato, in termini di prestazioni, affidabilità ed oneri di gestione.

7. Nel paragrafo 3.6.2.1 sono indicate le caratteristiche del server presso il locale Questura (uguale al server previsto c/o la Polizia Locale), al paragrafo 3.6.2.2 sono indicate le caratteristiche del NAS (dispositivo di backup) c/o la Questura.

8. Il server è un DELL R730, dotato di processore Intel® Xeon® E5-2600 v4, è andato fuori produzione.Il modello nuovo è il DELL R740

9. Si tratta di dischi nel server presso il locale Questura (uguale al server previsto c/o la Polizia Locale), vedere risposta al quesito n.7

10. I veicoli che giornalmente vengono rilevati dai presidi di pertinenza dell’impianto della comunità Montana della Valle Seriana (denominato “Thor”) sono mediamente tra i 150.000 e i 200.000 con punte anche superiori. 220.000 e i 250.000, con punte superiori nel fine settimana.

11. Fa testo la descrizione della telecamera lettura targhe riportata nell’elenco prezzi unitari e indicata in forma sintetica nel computo metrico. Il 3Mpx riportato nel capitolato è un refuso.  Deve essere computata anche la telecamera di contesto citata al punto 3.6.5.1.2.       

12. Un singolo transito richiede indicativamente 150-200 kbyte. Per quanto concerne l’impianto della Comunità Montana Valle Seriana, le telecamere di videosorveglianza impegnano mediamente 15-20Mbit, mentre il picco per le telecamere di lettura targhe è da considerare indicativamente di 40-50Mbit. 

13. Le indicazioni fornite al par. 3.6.2.1 sono indicative e suscettibili di proposte migliorative. In fase di predisposizione dell’offerta dovranno essere presentate soluzioni ritenute idonee a soddisfare i requisiti richiesti.

Le medesime saranno oggetto di valutazione da parte della commissione di gara.

14. L’impianto deve essere completo in ogni sua parte e pertanto devono essere compresi anche gli switch.

15. L’impianto deve essere completo in ogni sua parte e pertanto devono essere compresi anche gli switch.

16. Come dispositivo di backup si consideri il NAS riportato nel computo metrico.

17. Il concetto di virtualizzazione deve essere considerato anche nel Server della Polizia Locale per la gestione di applicativi che potrebbero essere installati nel nuovo server, come ad esempio sistemi di controllo accessi alle ZTL, sistemi di rilevamento della velocità o del transito con semaforo rosso od altro (cfr. par. 3.6.1.1 del Capitolato tecnico).

FAQ n. 16

Domanda:

Chiediamo conferma che per soddisfare il requisito di cui alla lettera a) dell’Ambito 1 è sufficiente allegare certificazione in possesso del produttore del software offerto.

Risposta:

Se la domanda è riferita al par. 7.3 del disciplinare di gara, si conferma quanto in esso indicato.

La dichiarazione dovrà essere rilasciata da almeno una Questura che sta utilizzando il software o dal CEN (Centro Elettronico Nazionale della Polizia di Stato - Napoli).

FAQ n. 17

Domanda:

Si chiede se sia sufficiente estendere la CAR a tutto il periodo contrattuale oppure pretendete un ulteriore assicurazione a copertura di danni dovuti a cause esterne ed in caso affermativo per quali esattamente?

Risposta:

L’assicurazione deve coprire le responsabilità strettamente derivanti dall’esecuzione dell’appalto.

FAQ n. 18

Domanda:

In caso di partecipazione in ATI costituendo, la domanda di partecipazione che va presentata deve essere una sola ed in tal caso si inseriscono le dichiarazioni di tutte le partecipanti, oppure ogni società compila comunque la propria?

Risposta:

La domanda deve essere unica e sottoscritta da tutti i componenti del costituendo rti

FAQ n. 19

Domanda:

1) Nel C.S.A. è previsto di fornire un Server per l’ambito B; nel modulo offerta (ambito B), sembra non esserci. Va offerto o meno e se sì a quale voce? 2) Il C.S.A. prevede lo smontaggio ed il trasporto in discarica dei PMV esistenti; il modulo offerta sembra non prevederlo. Va offerto o meno e se sì a quale voce?

Risposta:

Si conferma che nell'offerta relativa all'ambito B dovrà essere incluso tutto quanto previsto nel Capitolato Speciale sia in termini di forniture sia in termini di oneri per la rimozione e lo smaltimento degli apparati esistenti.

Sul portale della gara è stato inserito il modulo, aggiornato in data 9 aprile 2020, per la compilazione dell'offerta economica.

FAQ n. 20

Domanda:

PREMESSA

Nel capitolato tecnico al capitolo 3.6.5.1.3 sono indicate caratteristiche desiderate anche se non strettamente vincolanti delle telecamere, di cui le voci i) e k) fanno riferimento a certificati INRIM secondo la UNI10772. Si evidenzia che la norma UNI10772 attualmente in vigore è la UNI10772/2016, e che INRIM non è più un laboratorio accreditato per effettuare questo tipo di test. La nuova norma UNI10772/2016 ha rinormato, dal punto di vista tecnico, i parametri per la valutazione delle telecamere, cambiando le classi di riconoscimento e introducendo altri criteri che ridefiniscono, in modalità drasticamente più severa, una serie di parametri di classificazione delle prestazioni certificate. A titolo di esempio la classe A corrisponde al 98% di test corretti nella UNI10772/2016 mentre corrispondeva al 95% nella versione precedente. Inoltre sono stati definiti criteri oggettivi di attestazione degli angoli di riconoscimento, della precisione su strada, della velocità e della larghezza di riconoscimento (doppia corsia). Questi criteri afferiscono oltre che alle voci i) e k) sopra indicate anche ad alle voci h), j), l), m) nonchè alla caratteristica "vincolante" della lettura in doppia corsia indicata al paragrafo 3.6.5.1. Mentre nella norma precedente queste ultime caratteristiche erano attestate da dichiarazioni del produttore, nella nuova norma sono certificate da laboratori autorizzati. Di conseguenza questa prescrizione, come attualmente formulata, avrà l'effetto di privilegiare telecamere dotate di certificazione obsoleta (INRIM) a scapito dei prodotti di ultima generazione che sono vincolati alla certificazione, distorcendo il principio di libera concorrenza che sta alla base della Giurisprudenza in materia di appalti pubblici.

Si chiede pertanto se:

Domanda 1) I criteri h), i), j), k), l), m) (non vincolanti) di cui al paragrafo 3.6.5.1.3 del capitolato tecnico sono da considerarsi validi solo se certificati dai rapporti di prova secondo normativa UNI10772/2016 emessi da laboratori autorizzati dal Ministero dei Trasporti?

Domanda 2) La richiesta di lettura delle targhe su strada a doppia corsia (vincolante) di cui al paragrafo 3.6.5.1 del capitolato tecnico è da considerarsi validi solo se certificata dai rapporti di prova secondo normativa UNI10772/2016 emessi da laboratori autorizzati dal Ministero dei Trasporti?

Domanda 3) La una telecamera dotata di certificazione UNI10772/2016 in classe A emessa da laboratorio autorizzato dal Ministero dei trasporti sarà considerata preferibile rispetto a una telecamera non certificata o dotata di certificazione obsoleta?

Risposta:

Premesso che i parametri prestazionali riportati nel capitolato 3.6.5.1.3 così come nella descrizione del computo in forma sintetica ed estesa fanno erroneamente riferimento alla norna UNI 10772:1998, ai fini del presente appalto, si evidenzia che la norma attualmente in vigore a cui attenersi è la UNI 10772:2016.

Si riportano di seguito le risposte ai quesiti

RISPOSTA N. 1

I certificati dei rapporti di prova devono fare riferimento alla normativa in vigore, ossia la UNI10772:2016

RISPOSTA N. 2

La certificazione della telecamera a doppia corsia deve essere emessa da laboratorio autorizzato dal Ministero dei Trasporti, con riferimento alla Norma UNI10772:2016. 

 

RISPOSTA N. 3

Sarà ritenuta conforme la telecamera dotata di certificazione UNI10772/2016 in classe A emessa da laboratorio autorizzato dal Ministero dei trasporti rispetto a una telecamera non certificata o dotata di certificazione obsoleta.

In riferimento a quanto sopra si rimanda alla lettura di quanto già pubblicato alla FAQ15, quesito n.11 e risposta n.11.

Le telecamere di lettura targhe devono rispondere alle prescrizioni minime riportate nella norma UNI 10772:2016. Il paragrafo 3.6.5.1.1 riporta erroneamente riferimenti alla norma UNI 10772:1998 

FAQ n. 21

Domanda:

Si chiede di confermare che il numero delle telecamere di lettura targhe oggetto di fornitura sia n. 22 come risulta dal computo metrico allegato ai documenti di gara.

Risposta:

Premesso che le telecamere che saranno previste nel progetto presentato dai proponenti in sede di gara dovrà consentire il rilevo dei transiti su tutte le corsie in perfetta coerenza con quanto previsto dalle normative in vigore richiamata nel presente appalto.

In merito alla numerosità degli apparati forniti si rimanda a quanto già pubblicato e specificato alla FAQ 15, relativamente al quesito N.3 e risposta n.3, ribadendo quanto indicato al par. 20 del Capitolato tecnico in riferimento ai contenuti dell’Allegato 5 “COMPUTO METRICO SISTEMA LETTURA TARGHE”.

FAQ n. 22

Domanda:

In merito alla proroga della polizza provvisoria al 6/7/2020, il broker ci chiede di sapere la nuova data di apertura buste, da indicare sulla stessa. grazie

Risposta:

E' necessario prendere visione delle comunicazioni effettuate relative alla gara.

FAQ n. 23

Domanda:

Si domanda se per la dimostrazione dei requisiti tecnico professionali possono essere presentati i SAL in sostituzione ai certificati di regolare esecuzione/collaudo

Risposta:

Per la dimostrazione dei requisiti tecnico professionali devono essere presentati i documenti/attestazioni indicate al par. 7.3 del disciplinare di gara.

FAQ n. 24

Domanda:

Oltre a quanto già precedentemente richiesto in questo capitolato in sede di offerta tecnica dovrà essere fornita la seguente documentazione: - schema a blocchi funzionali del nuovo sistema, comprensivo del sistema di alimentazione e dell’armadio di controllo; - schemi elettrici dei quadri di zona; - disegni progettuali, debitamente quotati, delle staffe e dei supporti di ancoraggio degli apparati di varco alle strutture esistenti; - descrizione della proposta relativamente all’interfaccia di comunicazione con i PMV.“ Tali richieste valgono per entrambi gli ambiti oppure soltanto per l’Ambito 1? Nel caso valessero per entrambi gli ambiti si chiede conferma che per l’Ambito B non vanno prodotti disegni progettuali dato che non esistono disegni tecnici dei portali e che la l’idoneità degli stessi deve ancora essere verificata in sede esecutiva

Risposta:

Si conferma che le richieste si riferiscono ad entrambi gli ambiti, in merito ai disegni tecnici dei portali si conferma che la restituzione documentale (inclusa l’idoneità degli stessi) specificatamente riferita ai portali esistenti dovrà essere prodotta in corso di esecuzione nelle modalità previste dalla documentazione di gara.

FAQ n. 25

Domanda:

Nel piano di manutenzione che sarà presentato in sede di offerta tecnica i proponenti concorrenti dovranno dimostrare di avere: a. personale direttamente assunto con competenza tecniche adeguate per la realizzazione di sistemi di trasmissione del segnale, comprovando di aver eseguito nel triennio 2016 / 2017 /2018 almeno 3 impianti di caratteristiche e dimensioni non inferiori a quelle oggetto del presente appalto b. personale e mezzi in grado di rispettare i tempi di intervento e risoluzione dei guasti riportati nel documento relativo al Piano di manutenzione dell’opera; c. personale direttamente assunto con competenza tecniche adeguate nell’utilizzo di software per la configurazione di impianti di videosorveglianza e di lettura targhe, comprovando di aver eseguito nel triennio 2016 / 2017 /2018 almeno 3 impianti di caratteristiche e dimensioni non inferiori a quelle oggetto del presente appalto” Tali richieste valgono per entrambi gli ambiti oppure soltanto per l’Ambito 1? Nel caso valessero per entrambi gli ambiti si chiede conferma che per l’Ambito B non va prodotta dimostrazione di cui alla lettera c.)?

Risposta:

Le richieste si riferiscono al team di manutenzione (inteso nel suo complesso) che i proponenti presenteranno in sede di offerta e che sarà impiegato nel corso dell’intero appalto.

Premesso quanto sopra, per ciascuno dei due ambiti dovranno essere impegnati operatori con le specifiche competenze utili a garantire il perfetto funzionamento di tutto quanto fornito e messo in servizio nel presente appalto.

In conformità alle richieste del capitolato, nel piano di manutenzione da presentare in sede di offerta si dovranno pertanto specificare le diverse qualifiche e professionalità messe in campo per le attività previste sia per l’Ambito 1 sia per l’Ambito 2.

FAQ n. 26

Domanda:

Il capitolato specifica che le manutenzioni debbano avere cadenza non inferiore a 6 mesi. Tale richiesta vale per entrambi gli ambiti oppure soltanto per l’Ambito 1 ed in caso affermativo quale cadenza si chiede per l’Ambito 2?

Risposta:

Le cadenze manutentive si riferiscono sia all’Ambito 1 sia all’Ambito 2.

FAQ n. 27

Domanda:

Riferito al paragrafo “Assistenza full service: Piano di Manutenzione” si chiede di specificare rispetto a quali voci del cronoprogramma va calcolata la riduzione dei termini offerti in sede di gara? Attualmente le voci che sembrerebbero riportate a tal fine nel capitolato “n. 6, 7, 11, 12, 13, 14 e 15” comprendono anche attività che dipendono soltanto in parte dalle imprese partecipanti (p.es. attesa autorizzazioni, formazione collaudi) e quindi non si prestano per poter calcolare una riduzione dei termini garantita dalle aziende

Risposta:

Si riporta di seguito un estratto di quanto indicato all’allegato 4 del Capitolato e si invita a leggere interamente i contenuti del medesimo.

“Le durate, eventualmente ridotte in sede di offerta, riferite alle attività n. 7, 9, 10, 12, 13, 14 e 15, sono da intendersi vincolanti al fine dell’applicazione delle penali previste nel presente appalto”.

FAQ n. 28

Domanda:

In merito allo smontaggio e smaltimento dei PMV esistenti, il relativo costo può essere imputato all’Ambito A invece che all’Ambito B in quanto lo stesso non trova copertura all’interno dell’importo indicato nel disciplinare di gara? In alternativa si chiede se l’importo offerto per l’Ambito B può superare l’importo relativo previsto nel disciplinare di gara, a patto che la somma degli importi offerti per l’Ambito A e B rimanga inferiore all’importo totale a base di gara?

Risposta:

Prendere visione del modulo per la compilazione dell'offerta economico, aggiornato in data 9 aprile 2020.

 

FAQ n. 29

Domanda:

Con riferimento al modulo offerta economica si chiede di chiarire l'esatto significato delle voci L ed M: In particolare la voce L come espressa in tale modulo si riferisce al "Servizio di manutenzione full service dell’intero sistema di centro (componente hardware, software, etc.) connesso all’SCNTT (nel periodo offerto) sia per i varchi da attivare sia per quelli già attivi"; non risulta quindi chiaro a cosa si riferisca la successiva voce M che si riferisce ai sistemi esclusi dal precedente E' corretto intendere che la voce L si riferisce alla Manutenzione del sistema di centro per la quota relativa alla Comunità Montana Valle Seriana e al Comune di Treviglio corrispondente alla voce IV del Disciplinare di gara - cap.3 pagina 6 (Euro 47.000,00)? È corretto intendere che la voce M si riferisce alla Manutenzione del sistema di centro e dei varchi di Bergamo per un periodo minimo di 60 mesi corrispondente alla voce II del Disciplinare di Gara - cap.3 pagina 6: (Euro 125.000,00)?

Risposta:

In riferimento all’Ambito 1, la voce L è da ricondurre alla manutenzione in full service dell’intero sistema di centro (Art. 3 del disciplinare - punti II e IV), mentre la voce M alla manutenzione in full service di tutto ciò che ad esso non è riferibile (es. varchi elettronici, etc.).